Federico riceverà le infusioni

Nella tarda mattinata di oggi il dottor Marino Andolina ha avuto il via libera dall’ospedale per poter effettuare in prima persona le infusioni al piccolo Federico Mezzina. La conferma arriva dal direttore generale degli Spedali Civili Ezio Belleri: “il dottor Andolina si presenterà domattina in Azienda con la dottoressa Molino per effettuare le operazioni di infusione secondo il metodo Stamina nei confronti del paziente per il quale si è espresso il tribunale di Pesaro”. Il personale medico del reparto di rianimazione sarà pronto ad intervenire in caso di necessità.
La validazione delle cellule è già stata effettuata mesi fa: il materiale ha già passato i test di qualità e sono presenti tutte le certificazione necessarie. La dottoressa Molino si occuperà della preparazione della siringa; non è quindi necessario il contributo della responsabile del laboratorio di Brescia che sarà quindi sollevata dall’ordine di servizio.

Leggi la notizia su la Repubblica
Nella tarda mattinata di oggi il dottor Marino Andolina ha avuto il via libera dall’ospedale per poter effettuare in prima persona le infusioni al piccolo Federico Mezzina. La conferma arriva dal direttore generale degli Spedali Civili Ezio Belleri: “il dottor Andolina si presenterà domattina in Azienda con la dottoressa Molino per effettuare le operazioni di infusione secondo il metodo Stamina nei confronti del paziente per il quale si è espresso il tribunale di Pesaro”. Il personale medico del reparto di rianimazione sarà pronto ad intervenire in caso di necessità.
La validazione delle cellule è già stata effettuata mesi fa: il materiale ha già passato i test di qualità e sono presenti tutte le certificazione necessarie. La dottoressa Molino si occuperà della preparazione della siringa; non è quindi necessario il contributo della responsabile del laboratorio di Brescia che sarà quindi sollevata dall’ordine di servizio.

Leggi la notizia su la Repubblica

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram